New media

25 giugno 2009 | 14:03

INTERNET: BOOM TWITTER, MA CEO USA SNOBBANO SOCIAL NETWORK

INTERNET: BOOM TWITTER, MA CEO USA SNOBBANO SOCIAL NETWORK
ROMA
(ANSA) – ROMA, 25 GIU – Twitter conquista la platea mondiale in Iran e i suoi messaggi di 140 righe diventano materia prima negli Stati Uniti per un’inchiesta giornalistica di rilievo sulla crisi finanziaria mondiale. Tuttavia le grandi compagnie statunitensi snobbano i social network. E’ quanto emerge da una ricerca di UberCEO.com secondo cui, fra i 100 più importanti capi d’azienda inclusi nella classifica Fortune del 2009, nessuno ha un blog. E fra i vari siti di socializzazione, il risultato peggiore lo raccoglie proprio Twitter, con appena due Ceo che hanno un proprio account. Le mosche bianche sono Warren Buffet, della società  di investimento Berkshire Hathaway, e Alan Lafley della Procter & Gamble. Ma se il primo non ha scritto nulla dopo un “torno subito” del 20 febbraio scorso, il secondo non ha mai inserito un aggiornamento. Sul social network più popolare del mondo, Facebook (ma il più frequentato è Myspace, di proprietà  di Rupert Murdoch), soltanto 19 Ceo su 100 hanno una pagina personale. Nella maggior parte dei casi i profili ospitano poche o nessuna informazione. E scarseggiano anche gli amici, fino al caso estremo di Rex Tillerson – numero uno della prima compagnia petrolifera del mondo, la Exxon Mobil – che non risulta avere alcun amico.(ANSA)