Editoria

29 giugno 2009 | 15:55

GIORNALISTI:GAZZETTINO;SINDACATO,ACCORDO SU RIORGANIZZAZIONE

GIORNALISTI:GAZZETTINO;SINDACATO,ACCORDO SU RIORGANIZZAZIONE
VENEZIA
(ANSA) – VENEZIA, 29 GIU – Dopo mesi di trattative e discussioni è stato raggiunto l’accordo sul Piano di riorganizzazione de Il Gazzettino. Di conseguenza l’azienda ritirerà  le lettere di sospensione dal lavoro e messa in cassa integrazione a far data dal primo luglio già  spedite a 19 colleghi. Lo annuncia, in una nota, il sindacato giornalisti del Veneto. L’intesa raggiunta – si sottolinea – porterà  a regime l’organico del Gazzettino da 120 a 104 giornalisti. Al contrario di quanto previsto dal piano aziendale, viene mantenuta la redazione di Bassano che curerà  l’edizione Bassano-Vicenza mentre quella di Roma chiuderà  da luglio. L’accordo, sottoscritto dal Cdr dal Sindacato giornalisti del Veneto e dalla Fnsi, sarà  portato al Ministero del Lavoro che valuterà  l’intesa e deciderà  il riconoscimento dello stato di crisi con un decreto che stabilirà  il numero dei giornalisti che potranno transitare per la cassa integrazione straordinaria e accedere su base volontaria al prepensionamento. La riorganizzazione del giornale, rileva il sindacato, avverrà  in maniera graduale a partire dal primo luglio. I primi prepensionamenti decoreranno da agosto. E’ stato introdotto nell’accordo un piano smaltimento ferie, sia individuale, sia allargato a tutta la redazione (“ferie di solidarietà ”) che permetterà  anche ai colleghi che maturano i requisiti per la pensione e il prepensionamento nei prossimi due anni di transitare solo per i pochi giorni indispensabili in cassa integrazione per avere diritto alla pensione. In autunno è previsto il passaggio del giornale al nuovo formato ridotto. L’assemblea dei giornalisti del Gazzettino, riunitasi oggi a Mestre, ha approvato all’unanimità  l’accordo.(ANSA).