TV: VESPA, PORTA A PORTA TRASMISSIOME MODERATA E DI SUCCESSO

TV: VESPA, PORTA A PORTA TRASMISSIOME MODERATA E DI SUCCESSO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 30 GIU – “Siamo un’anomalia. Porta a Porta è l’unica trasmissione di successo di taglio moderato, mentre ce sono almeno sette (di cui cinque in prima serata) che guardano a sinistra. E mi limito solo alle più importanti” Lo dice Bruno Vespa in una lunga intervista pubblicata sul numero di luglio del mensile free press Pocket Diretto da Daniele Quinzi, in cui ripercorre i quasi 50 anni trascorsi in Rai. “Io e la Rai ci vogliamo bene. C’é stata qualche crisi, ma niente rispetto a matrimoni della stessa durata. Sono andato vicino ad andarmene una sola volta nel ’93, quando fui epurato dal consiglio d’amministrazione dei Professori: una rivoluzione che sconvolse la Rai e per fortuna durò poco”. Vespa aggiunge: “La Rai è un centauro, vive per metà  di canone e per metà  di pubblicità . A mio giudizio è il modo migliore per garantire una qualità  dignitosa anche nei programmi commerciali. La Rai è l’unica televisione pubblica leader in Europa. In Francia e in Spagna hanno tolto o stanno togliendo la pubblicità  alla televisione pubblica, rendendola ancora più dipendente dal governo. Nel ’60 l’editore della Rai era il governo. Dal ’75 e’ il Parlamento. Ha più voce in capitolo, ovviamente, la maggioranza parlamentare pro tempore. Negli ultimi trent’anni non è cambiato niente”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi