New media

30 giugno 2009 | 17:09

IRAN: NOKIA SIEMENS, SU INTERNET CAMPAGNE DI BOICOTTAGGIO

IRAN: NOKIA SIEMENS, SU INTERNET CAMPAGNE DI BOICOTTAGGIO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 30 GIU – Crescono sul web le campagne di boicottaggio contro Nokia Siemens Network. La joint venture – nata dall’unione delle divisioni reti degli omonimi gruppi finlandese e tedesco ma da questi indipendente – è infatti accusata di aver fornito all’Iran tecnologie che consentono di spiare le comunicazioni via telefono e Internet. L’azienda ha precisato di aver venduto all’operatore iraniano TCI un sistema, presente anche nelle reti di altri Paesi tra cui quelli europei, a norma di legge, realizzato per consentire alle forze dell’ordine di eseguire delle intercettazioni telefoniche legali e di non avere niente a che fare con la censura su Internet, ma gli internauti sembrano non tenerne conto. E alcune proteste sono anche indirizzate a Nokia, che con la rete iraniana non ha nulla a che vedere. Il principale passaparola anche in questo caso è Twitter. Sul sito di microblogging sono ormai innumerevoli i messaggi che invitano ad unirsi alla campagna “Boycott Nokia for Iran crackdown”, cliccando su campaigns.aicongress.org/nokia e nokiaNO.com. Entrambi gli indirizzi aprono una pagina da dove è possibile mandare e-mail di protesta al Ceo di Nokia, Olli-Pekka Kallasvuo, e a due top manager di Nokia Siemens Network. Al momento le adesioni sono a quota 4.300, ma stanno crescendo. La confusione tra Nokia e Nokia Siemens Network si riscontra anche su alcuni dei 13 gruppi di sostegno al boicottaggio nati su Facebook. Il gruppo più numeroso, con quasi 600 membri, si chiama infatti “Boycott Nokia for Selling Intelligence Technology to Ahmadinejad’s Regime”, e invita a non comprare prodotti della casa finlandese. (ANSA).