Editoria

02 luglio 2009 | 10:18

RCS: IL NODO QUOTIDIANI SUL TAVOLO

Rcs: il nodo Quotidiani sul tavolo (MF)

MILANO (MF-DJ)–Sulla divisione Quotidiani di Rcs Mediagroup aleggia lo “stato di crisi”. La possibilita’ che l’azienda ricorra a questa procedura per avviare i prepensionamenti al Corriere della Sera e’ ormai di stretta attualita’.
Secondo quanto si apprende da MF, questo e’ questo l’argomento in cima all’agenda degli incontri-fiume, terminati solo a notte fonda, tenutisi negli ultimi due giorni tra i top manager del gruppo editoriale e le rappresentanze sindacali.
E’ chiaro che le posizioni tra le parti sono distanti. La dirigenza e’ pronta a ridurre da 88 a 70 il numero dei prepensionamenti al Corriere della Sera, mentre il comitato di redazione del quotidiano chiede che le uscite siano limitate a 50.
Secondo i sindacati, l’andamento della Quotidiani e’ nettamente migliore rispetto a quello di altre divisioni del gruppo. Tanto che, secondo i dati diffusi dai manager durante precedenti incontri, l’anno scorso la controllata ha prodotto un utile di 51 mln, la meta’ dei profitti ottenuti nel 2007 ma pur sempre un risultato di tutto rispetto nell’ambito della crisi generalizzata del settore editoriale in Italia.
I manager pero’, starebbero preparando i documenti necessari per la richiesta, che potrebbe essere presentata al ministero intorno a fine luglio. Nel frattempo Rcs sta lavorando al contenimento dei costi anche sul fronte dei collaboratori. Ma c’e’ chi sostiene che si potrebbe scendere fino a 5 mln. Percio’ tutti i contratti di collaborazione saranno disdetti per poi essere, in alcuni casi, rinnovati a cifre inferiori rispetto ai compensi attuali.