INTERCETTAZIONI: GARANTE PRIVACY, NO A SANZIONI GIORNALISTI

INTERCETTAZIONI: GARANTE PRIVACY, NO A SANZIONI GIORNALISTI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 2 LUG – “Per quanto riguarda le nuove regole relative ai limiti della pubblicabilità  delle informazioni acquisite e trattate dai giudici ” il Garante per la protezione dei dati personali ritiene opportuna una nuova disciplina, ma “ribadisce perplessità  sul ricorso a sanzioni penali a carico dei giornalisti”. Lo ha detto il presidente Francesco Pizzetti nella sua relazione annuale al Parlamento, quest’anno nella Sala Zuccari al Senato. “Peraltro – aggiunge – non tocca all’Autorità  fissare le regole che presiedono al rispetto della libertà  di informazione garantita dalla Costituzione, se non quando siano concretamente in discussione eventuali e puntuali violazioni della riservatezza dei cittadini”. A suo avviso infatti “non c’é ragione di ritenere che la regolazione in via generale della libertà  di stampa abbia una diretta e immediata connessione con la tutela della privacy, che deve essere sempre valutata caso per caso”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi