TV: PARI OPPORTUNITA’, NOSTRA LA RICHIESTA SU ANNUNCIATORI

TV: PARI OPPORTUNITA’, NOSTRA LA RICHIESTA SU ANNUNCIATORI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 5 LUG – L’assunzione di Livio Beshir come annunciatore televisivo è il frutto di una richiesta esplicita, avanzata circa un anno fa dal ministro per le Pari opportunità , Mara Carfagna, al direttore generale della Rai, per far rispettare le pari opportunità  tra sessi nell’azienda radiotelevisiva pubblica. Lo riferisce Simonetta Matone, capogabinetto del ministro Carfagna, ricordando che il ministero si occupò della questione su sollecitazione di Max Corpeddu, che aspirava a diventare presentatore in Rai. “Seguimmo dal punto di vista legislativo la questione – afferma Matone – e scoprimmo che effettivamente non venivano rispettate le pari opportunità . Ponemmo quindi il caso al direttore generale. Non abbiamo avuto una risposta ma l’assunzione di Beshir evidentemente ha ottemperato alla nostra sollecitazione”. Per Matone, a questo punto, ogni concorso bandito dalla Rai dovrà  tener conto delle pari opportunità  tra generi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi