Editoria, New media

16 luglio 2009 | 10:19

LIBRI: ROMANZO A PUNTATE, 140 BATTUTE, SU TWITTER

LIBRI: ROMANZO A PUNTATE, 140 BATTUTE, SU TWITTER / ANSA
GIOVANE SCRITTORE DI SAN FRANCISCO NON HA TROVATO EDITORE
NEW YORK
(ANSA) – NEW YORK, 15 LUG – Non trova un editore disposto a pubblicare il suo primo romanzo e decide di ‘messaggiarlo’ a puntate su Twitter, 140 battute alla volta, diventando un caso senza precedenti. Matt Stewart, 30 anni, responsabile marketing in una ‘no-profit’ di San Francisco, è l’autore del primo romanzo mai pubblicato sul famoso servizio di microblogging, consacrato presso il grande pubblico dalla crisi post elettorale iraniana. Dopo aver speso gli ultimi cinque anni a scrivere il suo “The French Revolution”, una saga familiare che rivisita la Rivoluzione francese in chiave “californiana”, Stewart si è messo in cerca di una casa editrice che lo pubblicasse. “E’ piaciuto a molti, ma nessuno voleva comprarlo perché lo ritenevano ‘rischioso’ “, ricostruisce l’autore in una intervista. “Su Twitter i rischi non esistono”, è stata l’intuizione. E’ bastato non pensare più in termini cartacei, e le 250 pagine sono diventate 95mila parole da suddividere in 3.700 messaggini da 140 caratteri – il massimo consentito da Twitter – che Stewart ha iniziato a pubblicare a intervalli di 15 minuti a partire dal 14 luglio, anniversario della presa della Bastiglia. Sono in tutto oltre 900 ore di “trasmissione” ma, spiega l’autore chattando con l’Ansa su Facebook, “uso un programma di invio automatico”. Molto soddisfatto di essere stato contattato per il tramite di un social network Stewart spiega: “Mi piace molto l’idea di avere questa discussione sulla chat di Facebook, perché tutto ruota ormai intorno all’uso delle nuove tecnologie per raggiungere la gente”. Stewart vive il tutto come un esperimento sociologico: “Non ho idea di quel che succederà , ma penso che la gente voglia vedere se la cosa funziona. Comunicare in forma breve può soltanto crescere come trend. Su Twitter i potenziali lettori possono avere veloci estratti del libro e decidere se leggerne di più. E’ come vedere pochi minuti di uno show tv prima di comprare tutta la stagione”. E infatti Stewart ha predisposto un sito, thefrenchrev.com dove si può scaricare gratis l’intera opera anche in versione compatibile per Kindle, il libro elettronico di Amazon, sul cui sito costa due dollari. “The French revolution”, ambientato a San Francisco, racconta la storia di una famiglia sconvolta dal ritorno dei fantasmi del proprio passato. Fin dai primi “tweet”, il romanzo ha trovato riscontro nel chiacchiericcio ininterrotto del popolo di Twitter, incuriosito dalla novità . Se n’é accorto anche il New York Times, che sul suo sito ha scritto: “Questa mattina Matt Stewart si è svegliato sapendo che il suo libro ha un mercato e un pubblico, in barba alla dannata aristocrazia e agli amanti della versioni lunghe”.