CINEMA: INCASSI; TUTTI IN SALA PER POTTER SENZA RIVALI

CINEMA: INCASSI; TUTTI IN SALA PER POTTER SENZA RIVALI/ANSA
CON IL MAGHETTO +200% RISPETTO A SETTIMANA SCORSA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 20 LUG – Potter senza rivali: a cinque giorni dall’uscita, il sesto episodio della saga del Maghetto è il migliore Harry Potter di sempre. Harry Potter e il Principe Mezzosangue, uscito mercoledì in oltre 900 sale italiane, ha incassato 9.860.000 euro, battendo il record precedente di Harry Potter e l’Ordine della Fenice, che aveva incassato nei primi cinque giorni 8.500.000 euro. Con questo risultato, Harry Potter e il Principe Mezzosangue é la terza migliore uscita in Italia, dopo Spiderman 3 e I Pirati dei Caraibi 2. Per Harry Potter il pubblico è tornato in sala, con un incremento del 202% rispetto alla scorsa settimana. Il boxoffice di questo fine settimana sfiora i 6 milioni di euro, rispetto ai poco meno di 2 milioni della precedente. Effetto Potter, con il film a occupare 890 sale monitorate da Cinetel, anche rispetto al box office analogo di un anno fa quando l’incasso totale superò di poco i 2 milioni e mezzo. Ecco i dieci film più visti nel fine settimana, secondo la classifica Cinetel: TITOLO POS. INCASSO INCASSO SETT. PREC. TOT. PROG.   1) HARRY POTTER E IL PRINCIPE MEZZOSANGUE (0) 4.821.053 9.263.872 5GG. 2) TRANSFORMER (1) 217.611 7.328.960 4. 3) LA RIVOLTA DELLE EX (2) 161.888 1.082.517 3. 4) UNA NOTTE DA LEONI (3) 158.662 2.719.076 5. 5) CORALINE E LA PORTA MAGICA (5) 81.156 3.031.671 5. 6) OUTLANDER-L’ULTIMO VICHINGO (4) 79.058 798.791 3. 7) NOTORIUS (0) 42.087 42.087 3GG. 8) UN’ESTATE AI CARAIBI (6) 38.452 3.526.607 6. 9) SOUL MEN (0) 37.064 37.064 3GG. 10)I LOVE RADIO ROCK (11) 24.671 580.197 6.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari