New media

21 luglio 2009 | 13:56

INTERNET: FRANCIA; LEGGE ANTI-PIRATERIA RINVIATA A SETTEMBRE

INTERNET: FRANCIA; LEGGE ANTI-PIRATERIA RINVIATA A SETTEMBRE

(ANSA) – PARIGI, 21 LUG – Sarà  votata a settembre dall’Assemblea nazionale francese la legge Hadopi 2, nuova versione del testo che prevede sanzioni (il taglio della connessione) per i pirati informatici che scaricano illegalmente opere culturali sulla rete. Il voto, previsto inizialmente entro venerdì prossimo, è stato rinviato a settembre per poter far fronte agli 800 emendamenti presentati dall’opposizione, che si batte contro una legge che considera liberticida. Nel testo approvato ad aprile dalle camere l’Alta autorità  per la diffusione delle opere e la protezione dei diritti di autore su internet (Hadopi) aveva il potere di punire con il taglio della connessione i pirati recidivi. Questa misura non è piaciuta al Consiglio Costituzionale, che il 10 giugno ha bocciato il testo affermando che solo un’autorità  giudiziaria è in grado di sancire tali sanzioni. Il taglio della connessione sarebbe di un anno per chi è responsabile di ‘contraffazione’ (quando è provato che l’utente ha messo a disposizione sulla rete opere culturali), di un mese per chi è ‘negligente’ (ovvero quando qualcuno ha scaricato illegalmente sulla sua linea). Nella nuova versione una procedura penale semplificata permetterebbe a un giudice di pronunciare una sentenza al termine di un’udienza di 5′, lasciando ad Hadopi il solo compito di constatare l’infrazione (e di mandare due avvertimenti prima via mail e poi via posta) senza poter intervenire direttamente con il taglio della connessione. Le tribolazioni della legge erano iniziate ad aprile, quando con un colpo di teatro dei deputati dell’opposizione socialista erano sbucati dalle tende dell’Assemblea Nazionale mettendo in minoranza i deputati della maggioranza. La seconda bocciatura era invece arrivata dalla Consulta.