TV: SIMONA VENTURA “MAI DIRETTORE IN RAI, TROPPA POLITICA”

TV: SIMONA VENTURA “MAI DIRETTORE IN RAI, TROPPA POLITICA”

ROMA (ITALPRESS) – “Direzione Rai? Mai. È troppo legata alla politica”. A dirlo e’ Simona Ventura in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera Magazine, in edicola da giovedi’ 23 luglio, in cui si racconta parlando di politica e televisione.
La Ventura, declinando un ipotetico ruolo di direzione in Rai, afferma di “essere legata al prodotto” e di “non avere una mentalita’ italiana”. Per la Ventura infatti “se hai i risultati buoni ti premio altrimenti ti mando a casa” mentre invece per la signora di Rai 2 “la politica non fa cosi'”.
“Non mi deprimo per un punto di share in meno”, afferma parlando della programmazione invernale di Mediaset che contrappone 5 mesi di Grande Fratello a L’Isola targata Rai. E continua: “Campare rosicando per il successo altrui non e’ vita. Molte colleghe lo fanno”. E cerca di sfatare un luogo comune: “Non esiste la solidarieta’ femminile tra conduttrici. Tra donne c’e’ sempre il dentino avvelenato”.
E infine sulla politica. “Berlusconi? La sua vita privata, sono fatti suoi. Ma chiuda la porta”. Per la Ventura il premier e’ una persona “affidabile e divertente”. Un appunto? “Ormai certe ragazze pensano che sia facile prendere il posto della Ferilli nel cinepanettone cosi’ come andare in Parlamento. La politica e la televisione sono cose serie”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi