New media

22 luglio 2009 | 13:32

INTERNET: FRANCIA; ANCHE I ‘PIRATI’ POTRANNO INVIARE E-MAIL

INTERNET: FRANCIA; ANCHE I ‘PIRATI’ POTRANNO INVIARE E-MAIL

(ANSA) – PARIGI, 22 LUG – Non ci sarà  il taglio della posta elettronica per i pirati del web presi a scaricare illegalmente file di musica e video in Francia. Mentre il voto della legge anti-pirateria – nota a tutti ormai come Hadopi 2 – è stato rinviato a settembre, i deputati dell’Assemblea nazionale sono stati tutti d’accordo oggi su un punto: il pirata non potrà  essere sanzionato a livello di casella postale e potrà  continuare a ricevere e ad inviare le sue mail. Il voto è stato unanime, mettendo d’accordo maggioranza ed opposizione sui due emendamenti presentati da quattro deputati di campi diversi (Lionel Tardy dell’Ump, il partito di destra di Nicolas Sarkozy, Jean-Pierre Brard del Pcf, Martine Billard dei Verdi e Jean-Dionis du Sejour del Nuovo centro), che hanno fatto valere la loro convinzione, cioé che “la sospensione dell’ accesso alla posta elettronica è davvero eccessiva”. Anche la ministra della Giustizia, Michele Alliot-Marie, si è detta d’accordo con il principio. Ben 800 emendamenti sono stati presentati dall’opposizione per modificare una legge controversa e che divide anche la maggioranza. E’ proprio per far fronte a questa valanga di emendamenti che il voto, previsto inizialmente entro venerdì prossimo, è stato rinviato ieri, a sorpresa, al mese di settembre. E’ stato l’ultimo colpo di scena dopo che la Corte Costituzionale aveva bocciato un primo testo che attribuiva ad una nuova autority (Hadopi) il potere di sanzionare il pirata con il taglio della connessione. Solo un giudice può farlo, avevano allora ammonito i “saggi”.