Radio, Televisione

22 luglio 2009 | 16:33

Cdr Gr Parlamento: Non vogliamo perdere la nostra autonomia

Cdr Gr Parlamento: Non vogliamo perdere la nostra autonomia
Siamo testata autonoma con specifici compiti di servizio pubblico

Roma, 22 lug. (Apcom) – “Cinque mesi fa una nota di questo Cdr sollecitava all’Azienda un chiarimento istituzionale su natura e missione della Testata Rai Gr Parlamento. Oggi, in relazione alla vicenda delle nomine e al piano di riassetto della radiofonia pubblica, ‘natura e missione’ di Gr Parlamento (che è Testata e Rete radiofonica) sono ridotte a variabili dipendenti di un cosiddetto ‘spacchettamento’ del Giornale Radio Rai (rispetto al quale Gr Parlamento costuirebbe comunque una singolare eccezione)”. Lo afferma in una nota il Cdr di Gr Parlamento, che fa notare: “Dunque una inversione di rotta rispetto a tre anni fa quando Gr Parlamento è diventata Testata autonoma, con un piano editoriale specifico ai suoi compiti di servizio pubblico e in paricolare di informazione e comunicazione politico, parlamentare e istituzionale. Tra l’altro previsti dal Contratto di Servizio”.
“I giornalisti di Gr Parlamento – aggiunge il cdr – non intendono perdere, in questo passaggio, la loro autonomia funzionale all’assolvimento della missione originaria cui sono stati chiamati ben 11 anni fa. E sollecitano per questo l’attenzione e la tutela dell’azienda Rai, dell’Usigrai e della Commissione Parlamentare di Vigilanza e Indirizzo Rai”.