EDITORIA: LINEA DURA AP, SOFTWARE PER VEDERE USO NOTIZIE

EDITORIA: LINEA DURA AP, SOFTWARE PER VEDERE USO NOTIZIE
OBIETTIVO BLOCCARE UTILIZZO NEWS NON PAGATE

(ANSA) – NEW YORK, 24 lug – L’Associated Press sceglie la linea dura per bloccare la pubblicazione senza permesso delle sue notizie sui siti internet e sui motori di ricerca on line. E annuncia che ogni articolo sarà  presto munito di uno speciale software che notifica all’agenzia come la notizia è utilizzata, oltre a mostrare i limiti ai diritti di utilizzo. Per il presidente e amministratore delegato dell’Ap, Tom Curley, la posizione dell’azienda è facile da spiegare e chiara: anche il minimo uso degli articoli on line richiede un accordo di distribuzione con l’agenzia. Obiettivo della stretta – aggiunge in un’intervista al New York Times – non è quello di limitare l’uso degli articoli, ma quello di farsi pagare per ogni utilizzo. Gli aggregatori di notizie on line e i motori di ricerca respingono le critiche indirette, e spiegano che le brevi citazioni di articoli che compaiono rientrano nell’ambito del principio legale del fair use, in base al quale i lavori protetti da copyright possono essere disponibili al pubblico come materiale grezzo senza la necessità  di autorizzazione, a condizione che tale libero utilizzo soddisfi le finalità  della legge sul copyright, che la costituzione degli Stati Uniti d’America definisce come promozione “del progresso della scienza e delle arti utili”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti