EDITORIA: GENTILONI, NO AL DECLASSSAMENTO DEL MESSAGGERO

EDITORIA: GENTILONI, NO AL DECLASSSAMENTO DEL MESSAGGERO
(AGI) – Roma, 29 lug. – Con il taglio di un quarto della redazione, il Messaggero rischierebbe un vero e proprio declassamento. Confido pertanto che il gruppo Caltagirone riveda la proposta che sta alla base della richiesta di stato di crisi e che e’ in contrasto stridente con gli ottimi bilanci realizzati in questi anni dal giornale romano. Lo afferma Paolo Gentiloni, responsabile Comunicazione del Pd. “Nessuno nega le difficolta’ indotte dal calo della raccolta pubblicitaria, ma queste difficolta’ non giustificano proposte drastiche e ultimative il cui peso graverebbe solo sulla redazione e sulla collettivita’. Alla vigilia del nuovo incontro per la vertenza presso il Ministero del Lavoro il Pd auspica una soluzione positiva che – conclude – tenga conto delle proposte ragionevoli avanzate dal Cdr e salvaguardi il ruolo e la qualita’ di una testata storica cosi’ importante nel panorama editoriale italiano”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi