RAI: ZAVOLI,ATTENZIONE A MALESSERE PUBBLICO ANZIANO PER NUOVE TECNOLOGIE

RAI: ZAVOLI,ATTENZIONE A MALESSERE PUBBLICO ANZIANO PER NUOVE TECNOLOGIE
(ASCA) – Roma, 30 lug – C’e’ ”malessere” nel pubblico televisivo piu’ anziano per l’arrivo di nuove tecnologie come il digitale terrestre e il conseguente obbligo di ‘attrezzarsi’ con decoder o nuovi televisori. A parlarne oggi in Vigilanza il presidente della Commissione, Sergio Zavoli, che ha sottolineato il conseguente pericolo di ”disaffezione”. Rivolgendosi ai vertici della Rai, in audizione a San Macuto, Zavoli ha detto che ”pare di cogliere un certo malessere, soprattutto da parte del pubblico piu’ anziano, che non a caso e’ il 24% del totale, per il coacervo di nuove tecnologie”. Questo ”non puo’ non generare disaffezione negli anziani cui bisognerebbe rivolgersi anche con offerte a costi contenuti (il decoder di Tivu’, piattaforma satellitare gratuita di Rai, Mediaset e La 7 che parte domani e consente di vedere il digitale via satellite laddove il segnale non arriva, costa sui cento euro. Il decoder per la tv digitale circa 50 euro, ndr). Io stesso di fronte all’idea di avere quattro decoder sono pronto a rinunciare”. Un malessere – ha fatto eco a Zavoli il presidente della Rai, Paolo Garimberti – che ”e’ in parte anche mio. Sono tre giorni che cerco di districarmi con i decoder e non ci capisco niente”. Di questo, ”dovremo tenere conto”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi