Editoria

25 settembre 2009 | 15:20

LETTERATURA: ARBASINO E RUMIZ VINCONO PREMIO VIAGGIO IN ITALIA

LETTERATURA: ARBASINO E RUMIZ VINCONO PREMIO VIAGGIO IN ITALIA
(AGI) – Roma, 25 set. – Alberto Arbasino e Paolo Rumiz sono i vincitori della prima edizione del premio letterario ‘Viaggio in Italia’, istituito dalla direzione generale per i Beni librari, gli istituti culturali ed il diritto d’autore del ministero dei Beni culturali e sotto l’Alto Patronato del presidente della Repubblica. I due scrittori sono stati premiati questa mattina nella splendida cornice di Villa Celimontana, sede della Societa’ Geografica Italiana dove si svolgera’ fino a domenica il ‘Festival della Letteratura di Viaggio’. Arbasino ha ricevuto il ‘Premio alla carriera’, mentre Rumiz il ‘Premio per il miglior libro dell’anno’, ovvero ‘L’Italia in seconda classe’, edito da Feltrinelli. ‘Abbiamo fortemente voluto questo premio perche’ la letteratura di viaggio e’ un genere poco diffuso e apprezzato nonostante vi siano numerosi scrittori di viaggi’, ha spiegato Alain Elkann, consigliere del ministro Bondi e scrittore e giornalista come Paolo Rumiz, che ha raccontato: ‘Fare i viaggi e’ la parte piu’ semplice di questo lavoro: e’ quando torni a casa e ti trovi di fronte al foglio bianco che e’ difficile’. Rumiz e Arbasino hanno ricevuto dalle mani di Elkann e di Maurizio Fallace, direttore generale per i Beni librari del Mibac, un assegno e una targa conferita dal presidente della Repubblica. Antonio De Benedetti, scrittore e presidente della giuria, ha poi sottolineato che ‘e’ un grande onore assegnare il premio alla carriera ad Arbasino che ci ha fatto scoprire il mondo con i suoi testi’, mentre Elkann ha evidenziato il fatto che ‘Arbasino e’ un vero scrittore, ovvero un testimone che guarda, osserva la societa’ e la fotografa prendendo in giro i difetti degli italiani in modo molto fine, molto sottile’. Arbasino ha quindi spiegato che ‘l’idea e’ sempre stata quella di raccontare i viaggi attraverso l’identita’ e il carattere degli italiani’, aggiungendo che ‘non basterebbe la Treccani per descriverli, anche se Leopardi e’ stato colui che ci si e’ avvinato di piu”. Il ‘Festival della Letteratura di Viaggio’ e’ una rassegna che celebra il viaggio come strumento per la scoperta e la comprensione delle culture e dell’altrove. Questa edizione – la seconda – si pregia di un ospite d’eccezione: il regista Bernardo Bertolucci al quale e’ dedicata la retrospettiva cinematografica e la consegna del ‘Premio Navicella d’oro’ della Società  Geografica Italiana. L’iniziativa, ideata e realizzata dalla Societa’ Geografica Italiana e da Federculture, ha il sostegno di numerose istituzioni tra cui l’assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del comune di Roma, gli assessorati al Turismo, alla Cultura e la presidenza della Provincia di Roma, l’assessorato al Turismo della Regione Lazio, il patrocinio del ministero per i Beni e le attivita’ culturali e del ministero degli Affari esteri.(AGI) Cli/Rm/Sic