New media

25 settembre 2009 | 18:57

Internet/ Grillo sospeso da Youtube, in serata riattivato canale

Apc-Internet/ Grillo sospeso da Youtube, in serata riattivato canale

 

 

 

Il comico: a pensar male…; Youtube inc.: violato copyright

Roma, 25 set. (Apcom) – E’ durata meno di 24 ore la ‘sospensione’ dalla rete di Youtube del canale di Grillo. La denuncia del comico genovese che nel corso della giornata aveva scatenato una lunga serie di reazioni dei ‘grillini’ sul suo blog o via mail, ha infatti ‘costretto’ Youtube a una dichiarazione ufficiale e, soprattutto, ad una immediata riattivazione dell’account.

Se Grillo questa mattina aveva denunciato che “durante la notte ‘YouTube’ ha disattivato tutti i filmati pubblicati da questo blog” e che si trattava di “419 video, spesso di denunce, di fatti mai visti in televisione o sui giornali” oltretutto visitati oltre 52 milioni di volte” nessuno, comico genovese in testa, aveva creduto alla comunicazione ufficiale del ‘webmaster’. Secondo la Youtube inc. infatti, l’oscuramento e l’inaccessibilità  al materiale pubblicato era dovuta “a seguito di una segnalazione da parte di Cbs” che riteneva in violazione del copyright la pubblicazione del filmato relativo alla trasmissione del David Letterman late show con Obama ospite.

“A pensar male si fa peccato”, osservava Grillo che contava in rete ben 2.230 link a video cercati con le parole chiave “Letterman and Obama” chiedendosi perchè anche questi non fossero stati oscurati.

In serata, via mail, viene riportata la risposta ufficiale di un portavoce di YouTube che, in premessa, annunciava la riattivazione del canale: “Non possiamo commentare nel dettaglio singoli casi, tuttavia il sistema opera in modo chiaro. YouTube – è la spiegazione – dispone di un sistema che identifica automaticamente i video che sono protetti da copyright. In base ai termini e condizioni d’uso della piattaforma, se un utente riceve più di due notifiche per violazione di copyright il suo account viene sospeso. L’account – viene infine assicurato dalla Youtube inc. – può essere riattivato se la violazione del copyright viene risolta”.