Rai/ Scajola: perchè apro un’inchiesta su Annozero

Apc-Rai/ Scajola: perchè apro un’inchiesta su Annozero

Il ministro a “Il Giornale”:Santoro non ha licenza di insultare

Roma, 27 set. (Apcom) – Quella su Santoro “è un’inchiesta dovuta.
Non ha licenza d’insultare”. Così Claudio Scajola, ministro allo Sviluppo Economico, spiega in un’intervista a “Il Giornale” le ragioni che lo hanno determinato ad aprire un’inchiesta governativa sulla trasmissione “Annozero” condotta da Michele Santoro.

“Spetta a me vigilare sulle comunicazioni e ispezionare – spiega il ministro – E’ mia intenzione che il prossimo contratto possa consentire una televisione migliore per tutti, pluralista, rispettosa dei diritti dei cittadini e consapevole della grande influenza che la tv esercita sul pubblico “.

La prima puntata di Annozero ha rappresentato, secondo Scajola, “un eccesso di scandalismo; la volontà  di imbastire processi mediatici basati sul gossip, lasciando intendere notizie di reato che invece non ci sono; un’amplificazione e pubblicazione di temi e argomenti che attengono alla vita privata”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari