Televisione

28 settembre 2009 | 10:36

Rai/Da canone oltre metà  ricavi mentre la pubblicità  cala- scheda Nel 2008 sono stati 294.382 gli abbonamenti disdetti

Apc-Rai/Da canone oltre metà  ricavi mentre la pubblicità  cala- scheda
Nel 2008 sono stati 294.382 gli abbonamenti disdetti

Roma, 27 set. (Apcom) – Oltre la metà  degli introiti della Rai arriva dal canone: secondo il bilancio del 2008, infatti, è stata del 50,4% l’incidenza del canone di abbonamento sui ricavi dell’azienda di viale Mazzini, in aumento rispetto al 49,1% del 2007. Alla pubblicità  il servizio pubblico deve invece il 37% dei ricavi, in calo di oltre un punto rispetto al 38,2% del 2007.

Il bilancio ha chiuso in perdita nel 2008. E secondo la relazione sulla gestione, i principali eventi che hanno concorso a tale perdita sono stati principalmente: la “sensibile” diminuzione dei ricavi pubblicitari (-3,8% a livello consolidato); il “rilevante” impatto derivante dalla presenza in palinsesto dei grandi eventi sportivi (Europei di Calcio e Olimpiadi estive).

Tuttavia la voce del canone di abbonamento è l’unica che ha registrato nel 2008 il segno positivo, un miglioramento dovuto sia all`aumento del canone unitario (da 104 a 106 euro) sia al più elevato numero di abbonati paganti. Dei 3.210,9 di euro di ricavi dalle vendite e delle prestazioni nel 2008, ben 1.619,2 milioni derivano dal canone tv (nel 2007 erano 1.588 milioni), 1.187,7 derivano dalla pubblicità  (nell’anno precedente erano stati 1.136,8 milioni). Altri 404 milioni di euro derivano da ricavi come servizi speciali da convenzione, commercializzazione dei diritti, edizioni musicali e canali tematici satellitari, distribuzione cinematografica e home video ecc.

Nel 2008 la Rai ha registrato 411.177 nuovi abbonamenti (in calo del 5,3% rispetto al 2007), 738.965 sono i morosi, 294.382 coloro che hanno disdetto, 15.939.614 i paganti. I ‘tecnici’ di viale Mazzini, tuttavia, fanno anche una stima sull’evasione del canone. Secondo la Rai, infatti, ci sarebbe, su scala nazionale, un 35 per cento di utenti che non pagano la retta dovuta.