Televisione

28 settembre 2009 | 18:13

RAITRE: ‘PARLA CON ME’. “LOST IN WC”, REALITY A P. GRAZIOLI

RAITRE: ‘PARLA CON ME’. “LOST IN WC”, REALITY A P. GRAZIOLI
(AGI) – Roma, 28 set. – “Lost in Wc”, due minuti di reality – o serie tv – facendo pensare che si tratti della toilette di Palazzo Grazioli. Che il riferimento del reality sia tutto per questo edificio che fa da abitazione romana del premier Berlusconi lo evidenzia l’immagine finale dell’episodio che verra’ proposto nelle puntate di ‘Parla con me’, il programma di Serena Dandini e Andrea Salerno che, in formato striscia televisiva in seconda serata dal martedi’ al venerdi’, ripartira’ domani su Raitre. E nella conferenza stampa di oggi di presentazione del programma e’ stato mandato in onda il primo degli episodi, che vedranno protagoniste Federica Cifola e Paola Minaccioni. Le quali, con accento marcatamente meridionale – come a voler essere accento barese – si fotografano a vicenda nel bagno di lusso di questo edificio (mai nominato comunque, ndr), dove appena sollevi la tavoletta del water ecco una luce abbagliante e l’acqua che subito scroscia. E ci sono specchi e accessori che rimandano all’oro. Da una delle due – entrambe in abiti attillati per evidenziare le forme fisiche – viene fatto anche il nome di Putin. E quando una chiede all’altra “escort?”, la risposta e’ “no, barese…”. Finite di sistemarsi, le due si avviano alla porta per uscire ma – sorpresa – la maniglia non apre, le due restano chiuse nel bagno e dunque non potranno prendere parte alla festa che intanto si capisce essere in svolgimento nell’edificio. Mentre a fare da sottofondo musicale e’ Apicale con un suo brano. L’immagine finale, da cogliere pero’ al volo, e’ la facciata di Palazzo Graziali. Come finirà ’ il relitti non lo sanno neanche gli autori: “E’ proprio come in ‘Liszt’, dove nessuno sa come si sviluppare’ la storia. Il cruccio delle due ragazze e’ di non poter uscire e partecipare alla festa. cercheremo di seguire la loro storia in quel bagno. Proprio come nella serie americana ‘Liszt’ si sa da dove si parte ma non dove si arriva”, spiega infatti Andrea Salerno. Il programma ‘Parla con me’ andrà ’ avanti fino a tutto maggio 2010, cioè’ 128 strisce in seconda serata, e forse anche “Liszt in WC” durerà ’ altrettanto.