RAI: BARBARESCHI, SULLA FICTION NON SI DEVE RISPARMIARE TROPPO

RAI: BARBARESCHI, SULLA FICTION NON SI DEVE RISPARMIARE TROPPO
(AGI) – Roma, 28 set. – Sulla fiction non si deve risparmiare troppo, si rischia di avere poi un prodotto scadente, se non proprio veder scomparire il genere. Lo ha sostenuto Luca Barbareschi nel corso della conferenza stampa per la presentazione, in Rai, della terza serie di ‘Nebbie e delitti’, in onda su Raidue in prima serata per quattro martedi’ a partire da domani. L’attore-parlamentare ne ha approfittato per parlare di televisione in generale, di fiction, sottolineando che “questa (la Rai, ndr)e’ un’azienda strana, piena di insidie come la jungla. Come produttori siamo molto orgogliosi del prodotto fatto. Per fare della buona fiction non bisogna tagliare i costi, un buon prodotto ha un costo industriale, anche un imbecille capisce che non si puo’ fare qualcosa con risparmi eccessivi. Il rischio, in tal caso, e’ quello che si sia costretti ad abbassare la qualita’. La Rai e’ in un momento particolare: ci sara’ un cambiamento, la raccolta pubblicitaria nei prossimi cinque anni sparira’ dalla televisione generalista, e allora o si vanno a cercare risorse o si faranno prodotti sempre piu’ scadenti”. La sceneggiatura “ha dei tempi ben precisi, l’investimento sul prodotto e’ fondamentale. Diversamente si rischia il prossimo anno di non avere fiction. Oggi stiamo raschiando il barile e presto avremo un prodotto molto basso”. E a proposito di risorse da trovare, “altro che non pagare il canone di abbonamento, andrebbe invece raddoppiato”. Barbareschi a margine della conferenza stampa ha poi lamentato che la Casanova Entertainment un progetto l’ha presentato e pero'”non ci siamo nel prossimo piano editoriale Rai. C’e’ stato un calo pubblicitario, tutti devono fare tagli ma il prodotto va salvato, bilanciandolo ai costi dell’azienda. Se si producessero meno reality che sono in mano a multinazionali, ci sarebbero piu’ soldi per altri prodotti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi