COMUNICAZIONE QUALITA’: AGENZIA TOSCANA, CAMPAGNA CONTRO TAGLI

COMUNICAZIONE QUALITA’: AGENZIA TOSCANA, CAMPAGNA CONTRO TAGLI
(AGI) – Siena, 29 set. – Una campagna di sensibilizzazione contro i tagli indiscriminati alla comunicazione di qualita’. L’ha ideata e la sta lanciando Milk, l’agenzia toscana che opera nel settore della comunicazione pubblicitaria il cui obiettivo e’ far arrivare il messaggio alle aziende e alle istituzioni italiane, ma anche ai docenti e ai professionisti del settore. “Mettiamoci la testa”, questo il nome della campagna, nasce dall’osservazione di un dato: la comunicazione, in periodi di crisi, e’ il primo comparto cui sottrarre risorse. Per questo Giampiero Cito, direttore creativo e Antonio Paolo, strategic planner di Milc, hanno scelto di spendersi in prima persona per lanciare un messaggio chiaro: quando si riducono i budget, le “vittime” non sono solo le agenzie, ma anche le aziende e le istituzioni che vedranno compromessa la qualita’ della propria comunicazione. La campagna e’ gia’ sulla rete internet con il minisito www.mettiamocilatesta.it, ma verra’ promossa anche attraverso il direct email, i social network, le testate di settore e tramite momenti di incontro presso alcune sedi universitarie italiane, per sensibilizzare anche i docenti e gli studenti che si occupano di comunicazione. “Il progetto nasce da Milc – spiega Giampiero Cito – ma il nostro obiettivo e’ quello di coinvolgere tutto il mondo della comunicazione, come singoli professionisti o come agenzie: nel minisito lanceremo una traccia, cui chiunque potra’ rispondere realizzando, senza limiti di stile, linguaggio e supporto, il proprio contributo alla campagna. In un settore dove generalmente prevalgono le competizioni, ci piacerebbe che “Mettiamoci la testa” diventasse un’occasione per far fronte comune contro il ricorso ad una comunicazione improvvisata o, ancora peggio, alla sua rinuncia; e in tempi di crisi, chi non comunica rischia di sparire. Tutti gli elaborati che riceveremo, oltre ad essere valorizzati su www.mettiamocilatesta.it, potranno diventare oggetto di una mostra a conclusione dell’iniziativa, nei primi mesi del 2010″.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi