Radio

29 settembre 2009 | 12:03

ABRUZZORINASCE: RADIOBLAB, MICROFONI AI PICCOLI TERREMOTATI

ABRUZZORINASCE: RADIOBLAB, MICROFONI AI PICCOLI TERREMOTATI
(AGI) – L’Aquila, 29 set. – La radio come strumento per ripartire e rinascere dopo il terremoto. E’ questo lo spirito con cui gli allievi della classe quinta B della scuola primaria “Francesco Rossi” di Paganica, uno dei paesi piu’ colpiti dal sisma del 6 aprile scorso, parteciperanno al progetto ‘Radioblab’, alla scoperta delle potenzialita’ tecniche e comunicative della radio. Divisi in redazioni, i giovani allievi si cimenteranno nella realizzazione – teorica e pratica – di interviste e spot all’interno di un vero e proprio studio radiofonico realizzato per l’occasione. I loro lavori saranno poi ritrasmessi da diverse emittenti radiofoniche nazionali. Il progetto, dedicato alla memoria di madre Gemma Antonucci, superiora delle Clarisse di Paganica deceduta nel terremoto del 6 aprile scorso, e’ stato ideato da un gruppo di giovani che hanno frequentato l’ultimo corso “Radiolab” che da dieci anni si rivolge a giovani dai 18 ai 30 anni ed e’ promosso da Radio Vaticana e dalle suore Paoline. Nel capoluogo abruzzese, alcune lezioni saranno tenute da Sean Patrick Lovett, direttore della sezione italiana e inglese di Radio vaticana e docente presso la ponitificia universita’ Gregoriana. Tra i sostenitori del progetto “Radioblab” anche il Centro culturale San Paolo, le edizioni Shalom e radio Bonaria, emittente del santuario di Bonaria a Cagliari. Tutte le informazioni e l’elenco delle radio nazionali che ritrasmetteranno l’iniziativa, al sito: http://radioblab.altervista.org