Editoria

29 settembre 2009 | 18:27

AVVENIRE: CEI, ‘CON CALMA’ SCELTA NUOVO DIRETTORE. NON DOBBIAMO CHIARIRE

AVVENIRE: CEI, ‘CON CALMA’ SCELTA NUOVO DIRETTORE. NON DOBBIAMO CHIARIRE
(ASCA) – Roma, 29 set – La scelta del nuovo direttore di Avvenire, dopo le dimissioni di Dino Boffo, avverra’ ”con calma”: lo ha detto il segretario generale dei vescovi italiani, mons. Mariano Crociata, illustrando i risultati del Consiglio Permanente della Cei che si e’ tenuto la scorsa settimana. Quanto alla vicenda che ha portato alle dimissioni di Boffo, Crociata ha spiegato di ”non dover chiarire” una iniziativa ”che ha in una lettera anonima il suo appoggio, e che quindi non ha altri argomenti da offrire”. ”Non abbiamo chiarezza da fare – ha aggiunto – i fatti sono davanti a tutti. Il dottor Boffo con le sue dimissioni ha voluto dire la sua volonta’ di non esporre la Chiesa a ulteriori attacchi”. I vescovi, per mons. Crociata, non hanno discusso specificamente della vicenda o del futuro assetto dei media della Cei, che comunque non saranno oggetto di una ”ristrutturazione particolare”. Avvenire, ha spiegato il segretario della Cei, ”ha un suo Cda”. ”Tra i vescovi – ha aggiunto – si e’ parlato con grande dispiacere di un attacco personale” e si e’ ”ribadita la volonta’ di andare avanti nel servizio senza lasciarsi influenzare da questo gesto, presentato da alcuni come un tentativo di intimidazione”.