New media

29 settembre 2009 | 18:32

ICT: ROMA DIGITALE, CAPITALE DELLE NUOVE TECNOLOGIE

ICT: ROMA DIGITALE, CAPITALE DELLE NUOVE TECNOLOGIE
(ASCA) – Roma, 29 set – Roma sara’ per il secondo anno consecutivo la Capitale dell’information and communication technology. L’appuntamento e’ per il 24 e 25 novembre, con BBF/EXPO COMM, organizzato da E. J. Krause, Fiera di Roma e Wireless. E, in occasione della presentazione dell’evento, il Campidoglio ha ospitato l’incontro ”Roma digitale Capitale delle nuove tecnologie”, durante il quale sono state discusse le attivita’ piu’ importanti legate all’innovazione tecnologica in corso a Roma e nel Lazio che, oggi piu’ che mai, sta rilanciando la sua immagine di ”Silicon Valley” italiana. Nel campo dell’ICT, una delle principali attivita’ che il Comune di Roma sta portando avanti e’ il ”Piano di e-government 2012” un insieme di progetti di innovazione digitale per modernizzare, rendere piu’ efficiente e trasparente la Pubblica Amministrazione. Roma, infatti, grazie alla concentrazione di funzioni di alto valore strategico, la forte presenza industriale e di studenti (660.mila), l’alta percentuale di persone che utilizzano l’ICT nella vita quotidiana (770.000 ADSL gia’ attive), e’ nelle condizioni di essere un laboratorio di e-government di valore assoluto e la base per sviluppare soluzioni utili per l’intero Paese. In questo quadro di ammodernamento tecnologico, il Vicesindaco di Roma senatore Mauro Cutrufo ha salutato con soddisfazione la conferma di BBF/EXPO COMM nella Capitale, che vedra’ la partecipazione delle delegazioni dei piu’ importanti paesi della regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa), resa possibile grazie alla stipula di un’Intesa Operativa con l’Istituto nazionale per il Commercio Estero nell’ambito dell’Accordo di settore firmato nel 2004 tra il Ministero dello Sviluppo economico, la Conferenza dei Presidenti delle Regioni e Province autonome, l’AEFI (associazione Esposizioni e Fiere Italiane), il CFI (comitato Fiere Industria) e il CFT (Comitato Fiere Terziario).