Rai/ Romani: Revisione sistema canone, meglio in Parlamento

Apc-Rai/ Romani: Revisione sistema canone, meglio in Parlamento

 

 

 

Varie ipotesi, dalla bolletta elettrica all’autocertificazione

Roma, 29 set. (Apcom) – Il sistema di esazione del canone Rai va rivisto “preferibilmente con un percorso parlamentare”. Lo dice il viceministro alle Comunicazioni Paolo Romani, parlando a margine di un convegno sul tema organizzato a Montecitorio dalla rivista Formiche. Le ipotesi in campo sono diverse: farlo pagare nella bolletta elettrica, oppure chiedere ai cittadini “l’inversione dell’onere della prova”, cioè il cittadino dovrebbe dichiarare sotto la propria responsabilità  legale di non possedere un apparecchio televisivo se non vuole pagare il canone, oppure ancora inserire la tv nella dichiarazione dei redditi. Ma visto che i contenuti della televisione passano anche per altri strumenti come il web o i telefonini “è anche vero – osserva Romani – che in epoca di multipiattaforma forse bisogna ripensare questo legame con il possesso di un apparecchio televisivo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi