Editoria

30 settembre 2009 | 11:41

INFORMAZIONE: BONAIUTI “C’E’ LIBERTA’, RAI NON E’ DI CENTRODESTRA”

INFORMAZIONE: BONAIUTI “C’E’ LIBERTA’, RAI NON E’ DI CENTRODESTRA”

ROMA (ITALPRESS) – “A proposito della polemica che c’e’ sulla liberta’ di stampa, vorrei invitare i giornalisti stranieri, che tanto ci criticano, ad andare in edicola e acquistare giornali e riviste. Dopodiche’ la sera, se avranno ancora pazienza, li invito ad accendere la televisione e saltare da un programma all’altro per vedere se davvero non c’e’ liberta’ di informazione. Questa storia della mancanza di liberta’ di stampa non e’ vera”.
Lo ha detto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti, ospite a “Il caffe’” su Rai News 24.
“Qualcuno ha esagerato nelle critiche facendo diventare Santoro un martire. Ma il problema – ha aggiunto – e’ diverso: bisogna capire cosa si intende per servizio pubblico, quali sono i suoi limiti.
E’ logico che certe componenti del servizio pubblico attacchino sempre e solo in una direzione? Ormai il giorno prima della messa in onda di Annozero si sa gia’ che Santoro attacchera’ il Governo.
Non sarebbe piu’ giusto che il servizio pubblico proponesse un ventaglio di opinioni? La televisione commerciale, invece, per sua natura non puo’ mai essere parziale. Le tv private vivono di pubblicita’, percio’ se i loro programmi di intrattenimento o di informazione privilegiassero una parte soltanto, chi sostiene l’altra non investirebbe piu’. Ecco perche’ nessuna rete Mediaset ha mai attaccato qualcuno”.
Infine, sulla Rai, secondo Bonaiuti “negli anni ’80 fu letteralmente colonizzata da Veltroni. Il vecchio Pci aveva capito quanto era importante la Rai da un punto di vista politico e parti’ con un continuo inserimento di persone amiche. Non si puo’ certo dire che oggi all’interno della Rai le persone di sinistra siano in minoranza. Non e’ vero che ci sia una Rai di centrodestra, non c’e’ mai stata, anzi e’ fortemente sbilanciata dall’altro lato”.