New media

01 ottobre 2009 | 15:30

INFORMAZIONE:WEB NEWS INAFFIDABILI O DUBBIE PER 63% INTERNAUTI

INFORMAZIONE:WEB NEWS INAFFIDABILI O DUBBIE PER 63% INTERNAUTI
(AGI) – Milano, 1 ott. – Due italiani su tre fra considerano le notizie prese da internet come “dubbie” o “inaffidabili”. E’ uno dei risultati dell’indagine svolta da Astra Ricerche presentata oggi al convegno “il Futuro del Giornalismo” organizzato all’universita’ Statale di Milano dall’Ordine dei Giornalisti della Lombardia. L’indagine e’ stata svolta su un campione di italiani tra i 15 e i 55 anni che accedono con regolarita’ ad internet, rappresentativi di 16,2 milioni di adulti. Come e’ immaginabile, chi naviga preferisce internet per informarsi: l’82% degli internauti sceglie come fonte il web e nell’ultimo anno il 37% ha diminuito l’utilizzo dei mezzi tradizionali di informazione come stampa e tv. I media classici piu’ penalizzati dall’uso di web e cellulari sono proprio i quotidiani. Sempre e solo per le news, il 65% dichiara di usare il web o il cellulare piu’ di un anno fa. La stampa di solito viene scelta perche’ “seria e affidabile”, la tv per “vivacita’ e aggressivita’”. Si preferisce internet per la “velocita’ e la facile reperibilita’”. Ma chi sarebbe disposto a pagare per avere notizie dal web? Secondo la ricerca un navigatore su cinque. Allo stesso tempo il 42% ritiene che blog o communities di non giornalisti siano fonti di informazine seria e affidabile e il 32% considera il “citizen journalism” piu’ credibile di quello classico. D’altra parte, solo il 37% ritiene che le web news siano valide, il 29% le considera “dubbie” e il 34% “inaffidabili”: in totale fa il 63% degli internauti. I dati sul campione segnano alcune novita’: internet non e’ piu’ un fenomeno soprattutto maschile (il 47% di chi naviga e’ donna), non e’ solo un fenomeno giovanile (per il 53% chi naviga ha dai 35 ai 55 anni) ed e’ distribuito in modo omogeneo nelle aree geografiche del paese. Rimane il gap culturale: il 91% di chi naviga e’ laureato o diplomato.