INFORMAZIONE: NATALE, SABATO PIAZZA DEL POPOLO PIU’ AFFOLLATA

INFORMAZIONE: NATALE, SABATO PIAZZA DEL POPOLO PIU’ AFFOLLATA
(AGI) – Roma, 1 ott. – ‘Erano infondati i timori di quanti temevano che il rinvio della manifestazione del 19 settembre avrebbe causato uno sgonfiamento dell’evento, un abbassamento dell’attenzione sul tema dell’autonomia dell’informazione e una diminuzione delle adesioni. Non e’ stato cosi’, a 48 ore dall’appuntamento in piazza continuano ad arrivarci adesioni di singoli cittadini, associazioni, gruppi organizzati dalle sedi locali del nostro sindacato per un totale, al momento, di 300 pullman’. Cosi’ Roberto Natale, presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, ha annunciato oggi nel corso di una conferenza stampa la manifestazione per l’autonomia dell’informazione che si terra’ sabato prossimo, 3 ottobre, in piazza del Popolo a Roma. Natale ha tenuto a sottolineare che l’evento ha avuto il sostegno delle piazze di altre dodici citta’ dove sabato pomeriggio i cittadini, organizzatisi spontaneamente o sotto il coordinamento delle sedi locali del sindacato dei giornalisti, si riuniranno per sottolineare l’importanza di un’informazione autonoma e libera. Il presidente dell’Fnsi ha quindi ribadito che ‘la manifestazione non sara’ a sostegno di un singolo giornalista o di una giornale ma avra’ l’obiettivo di protestare contro l’aria pesante che i giornalisti italiani respirano da un po’ di tempo a questa parte’. Proprio per ribadire l’autonomia dell’evento e per dare il massimo risalto all’argomento della protesta, Natale ha ricordato che ‘il sostegno dei partiti di opposizione ci ha fatto piacere ma abbiamo chiesto che alla manifestazione non venga dato alcun significato politico’. Riferendosi poi alle parole del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che ha definito l’iniziativa ‘l’ennesima farsa antitaliana’, Natale ha sostenuto che ‘sara’ una manifestazione serissima che dara’ una risposta forte a Berlusconi. E sara’ tutt’altro che antitaliana perche’ sara’ a sostegno dell’articolo 21 della nostra Costituzione che non e’ parte’. Promossa da un sindacato ma senza alcuno spirito corporativo, la manifestazione avra’ il sostegno anche di molte associazioni tra cui Articolo 21, Libera Informazione, Libera, Liberta’ e giustizia, Arci. Nessuna lezione dal palco, ha quindi concluso Natale, perche’ ‘anche i giornalisti hanno le loro colpe e responsabilita’. Esiste infatti un problema di censura ma anche di autocensura, e c’e’ sempre attenzione per l’eccesso polemico della stampa ma ce n’e’ pochissima sull’eccesso di zelo e sulle tracce di servilismo che a volte si riscontrano nella nostra professione’.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari