EDITORIA: FIEG, GOOGLE “ETICAMENTE SCORRETTO” SU PUBBLICITà€

EDITORIA: FIEG, GOOGLE “ETICAMENTE SCORRETTO” SU PUBBLICITà€
(AGI) – Milano, 1 ott. – Google guadagna con la pubblicita’ a spese degli editori. E’ quanto sostiene il presidente della Fieg, Carlo Malinconico, intervenuto al convegno “Il futuro del giornalismo” alla Statale di Milano. “Del giro di interessi su internet agli editori non arriva nulla”, dice Malinconico. “Non ci sembra eticamente corretto che ci sia qualcuno che crea ricchezza, un prodotto editoriale, e non ne trae vantaggio”. Malinconico ricorda che Google attira pubblicita’ grazie alla ricerca di notizie e commenti. Il fatto che il motore di ricerca “intaschi la pubblicita’” per Malinconico e’ “eticamente scorretto”. Sull’argomento la Fieg ha gia’ presentato un esposto all’Autorita’ garante per la concorrenza e del mercato. “La rete deve avere delle regole – continua il Presidente della Fieg – altrimenti il sistema legittima situazioni di fatto che poi potrebbe essere difficile rinnovare dal punto di vista giuridico. Negli Stati Uniti c’e’ stato un accordo tra Google e gli editori americani”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari