RAI: MERLO “NON SIA TERRENO SCONTRI RUSTICANI”

RAI: MERLO “NON SIA TERRENO SCONTRI RUSTICANI”

ROMA (ITALPRESS) – “Trasformare il servizio pubblico in terreno di battaglia per opposti estremismi e’ sbagliato e danneggia, in primis, gli italiani che hanno il diritto di avere accesso a un’informazione che non sia il prodotto di scontri rusticani”. Lo dice Giorgio Merlo (Pd), vicepresidente della Commissione di vigilanza Rai, in una nota.
Secondo Merlo: “trasmissioni fatte per ribattere ad altre trasmissioni, insulti in diretta a ministre della Repubblica, come quelli sentiti ieri sera a ‘Porta Porta’, sono una cosa inconcepibile. E’ una situazione assurda che rischia di sfuggire di mano.
Il servizio pubblico non ci guadagna di certo, a meno che non si voglia cosi’ accelerarne la privatizzazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi