Editoria

05 ottobre 2009 | 10:46

Media/ Mercato contenuti digitali supera i 6 milioni di euro Liquidi, Veloci, Mobili: se ne parla il 6 ottobre a Roma

Apc-Media/ Mercato contenuti digitali supera i 6 milioni di euro
Liquidi, Veloci, Mobili: se ne parla il 6 ottobre a Roma

Roma, 5 ott. (Apcom) – I contenuti digitali rappresentano un settore dell`economia e della cultura che sembra quasi non risentire della crisi. L`intero mercato dei contenuti digitali ha superato nel 2008 i 6 miliardi di euro, con una crescita annua pari a circa il 20%, e le previsioni per il 2009 lo pongono sulla soglia dei 7,4 miliardi di euro. Questi dati verranno discussi il 6 ottobre a Roma, al cinema Adriano, durante il workshop “Liquidi, Veloci, Mobili: contenuti digitali e risorse per la conoscenza”. I Welcome speech saranno tenuti da Luca Barbareschi, Vicepresidente IX Commissione Trasporti e Telecomunicazioni e da Sandro Bondi, Ministro per i Beni e le Attività  Culturali. L`evento, promosso dalla Fondazione Luca Barbareschi e organizzato da Key4biz con il sostegno di Eutelsat e Sielte, intende raccogliere tutte le istanze dei protagonisti del settore, per contribuire ad elaborare una proposta complessiva del sistema Paese, che valorizzi le potenzialità  nazionali, che rilanci la competitività  dei contenuti nazionali nel mondo, che tuteli le imprese ed i consumatori, che tenga conto delle mutate condizioni tecnologiche e degli adeguamenti dei modelli di business.

La dinamica di forte crescita, pur rilevante in un momento di stagnazione dell`economia, è tuttavia “compressa” da alcuni fattori che ne rallentano lo sviluppo.
Tra i fattori che influenzeranno lo sviluppo di mercato dei contenuti digitali ci sono: lo sviluppo del video; la diffusione dei PC connessi in banda larga tra famiglie e imprese; lo switch-off della televisione digitale terrestre fissato al 2012; la diffusione di reti di nuova generazione (NGN); una maggiore disponibilità  di device che consentano di migliorare la cosiddetta “customer experience”.
Un importante impulso all`economia della rete sarà  dato dall`integrazione di piattaforme abilitanti e d`innovazione di servizio, ma occorre porsi precisi obiettivi: penetrazione d`uso della larga banda, realizzazione delle nuove reti, diffusione dei PC a scuola, digitalizzazione della relazione tra cittadini e Pubblica Amministrazione con l`eliminazione della carta, protezione dei diritti di proprietà  intellettuale.

Le conclusioni saranno tratte da Corrado Calabrò, Presidente AgCom e da Gianfranco Fini, Presidente della Camera dei Deputati.