Televisione

05 ottobre 2009 | 12:25

TV: BONOLIS”TORNO CON ‘CHI HA INCASTRATO…, MA PROSSIMO ANNO NOVITA’”

TV: BONOLIS”TORNO CON ‘CHI HA INCASTRATO…, MA PROSSIMO ANNO NOVITA’”

MILANO (ITALPRESS) – Paolo Bonolis torna in tv a sette mesi dal trionfo di Sanremo e si confessa in un’intervista esclusiva che TV Sorrisi e Canzoni pubblica nel numero in edicola domani. Per prima cosa spiega come il suo ritorno a Mediaset coincida con programmi gia’ visti come “Chi ha incastrato Peter Pan?” (in onda dal 7 ottobre su Canale 5), “Il Senso della vita” (a dicembre o gennaio) e “Ciao Darwin” (a primavera): “Avrei voluto fare qualcosa di nuovo” dice Bonolis a Sorrisi “per esempio il progetto, segretissimo, che ha in mente Maria De Filippi. Ma ho fatto un patto con Mediaset: quest’anno accontento loro. Il prossimo invece ci daremo alle novita’ e spero di aiutare la rete a uscire dal “palinsisto”, lo chiamo cosi’ perche’ il palinsesto dei programmi oggi insiste sempre sulle stesse cose. Perche’ effettivamente in giro c’e’ poca voglia di fare qualcosa di nuovo. Pero’ cosi’ la tv rischia la morte per asfissia”. Sorrisi gli ha chiesto un’opinione su Fiorello, che ha detto di essere passato alla tv satellitare proprio per la necessita’ di sentirsi libero di sperimentare. “Mah, forse la liberta’ di sperimentare la esprimera’ piu’ avanti. Per ora il programma di Fiorello sempre quello e’: canzoni nuove, gag nuove, ma la struttura e’ la stessa. Non lo dico in senso dispregiativo, intendiamoci. Ma se su Sky c’e’ tutta ‘sta liberta’ di innovare, beh, che ce la facesse vede’”. Quanto al suo modo di fare tv, Bonolis spiega a Sorrisi che “l’obiettivo e’ proprio la leggerezza. Oggi sembra che molti miei colleghi stiano lavorando alla mappatura del genoma, dimenticando che stanno solo facendo un prodotto televisivo”. E quanto alla tendenza delle lacrime in tv, dice: “Siamo un po’ tutti psicolabili. Piangiamo improvvisamente per cose insensate. Come i concorrenti dei reality: sono chiusi solo da tre giorni, poi vedono una foto della mamma e giu’ lacrime…”. E questo secondo Bonolis accade sia in tv che nella vita di tutti i giorni: “C’e’ un’esasperazione generale anche nella vita reale. Basta dire “ti voglio bene” per provocare le lacrime”.

TV: BONOLIS”TORNO CON ‘CHI HA INCASTRATO…, MA PROSSIMO ANNO…-2-

Come telespettatore, Bonolis ammette che “io e mia moglie non necessariamente guardiamo la tv, a parte un film o la partenza di un nuovo programma. Non sono morboso: non dico a mia moglie “ti prego stasera stiamo a casa perche’ voglio vedere…”. Con un’unica eccezione: quando gioca l’Inter”. Ma i suoi gusti televisivi sono netti: “Guardo “Striscia”, mi piacciono le “Iene” e mi fa ridere molto “Piloti”. Tra i personaggi, Piero Chiambretti: per me e’ quello mentalmente piu’ veloce di tutti. Se avesse il coraggio di non mettere quelle scarpe, ovvero di non restare troppo prigioniero del proprio personaggio, sarebbe ancora piu’ forte”.