Editoria

05 ottobre 2009 | 16:14

INFORMAZIONE: FAMMONI (CGIL), PIU’ VOCE AL LAVORO

INFORMAZIONE: FAMMONI (CGIL), PIU’ VOCE AL LAVORO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 5 OTT – “E’ tempo di dare più voce al lavoro e al suo valore sociale. Gli organi di informazione riservino spazio e tempo per raccontare concretamente il mondo del lavoro”. E’ la richiesta che avanza il segretario confederale della Cgil, Fulvio Fammoni, alla luce della manifestazione per la libertà  di stampa del 3 ottobre. “La più grande manifestazione per l’informazione che si ricordi, per la sua libertà  e a sostegno della straordinaria attualità  dell’art.21 della Costituzione”, osserva il dirigente sindacale. Il segretario confederale Cgil avanza “una prima proposta parziale ma di grande valore nei confronti di quelle migliaia di lavoratori che hanno partecipato alla manifestazione di piazza del Popolo e per onorare quell’impegno da tutti richiamato di dare più voce al lavoro e al suo valore sociale. Nei titoli che segnalano le pagine economiche (economia, impresa, finanza, ecc..) è scomparso in troppi casi il titolo ‘lavoro’. Far riapparire la parola ‘lavoro’ – conclude Fammoni – è una richiesta piccola, ma dal grande valore simbolico, che rivolgo a tutti gli organi di informazione”.