Televisione

08 ottobre 2009 | 14:51

TV: GIULIETTI, SQUILIBRIO PRO MAGGIORANZA, AGCOM INTERVENGA

TV: GIULIETTI, SQUILIBRIO PRO MAGGIORANZA, AGCOM INTERVENGA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 8 OTT – L’Autorità  per le garanzie nelle Comunicazioni intervenga per ristabilire l’equilibrio in tv: è la richiesta di Giuseppe Giulietti, portavoce di Articolo 21, in base agli ultimi dati sul pluralismo politico-istituzionale pubblicato dallo stesso organismo di garanzia sul suo sito. “Qualcuno si è preso la briga di leggere sul sito dell’Autorità  i dati relativi al trimestre giugno-agosto sulle presenze politiche in tv – si chiede Giulietti in una nota – e sul tempo di antenna concesso a ciascun esponente delle istituzioni e dei partiti?. Per l’ennesima volta si conferma lo squilibrio tra maggioranza e opposizione, alla Rai con punte del 60%; a Mediaset, addirittura, oltre il 75%, con un incremento persino rispetto allo stesso periodo del 2008. Questi dati non comprendono ancora le maratone televisive di Berlusconi relative alla consegna delle case in Abruzzo, al disastro di Messina e naturalmente al lodo Alfano, tutti eventi destinati ad amplificare la presenza di un uomo solo al comando”. Per Giulietti, “siamo già  in presenza di una repubblica presidenziale a reti unificate” e i dati “segnalano che alcune reti sostengono in modo continuato previlegiato una sola opzione politica e un solo politico, in aperta violazione della stessa legge sul conflitto di interessi”. Di qui l’auspicio che l’Agcom assuma “le indispensabili iniziative a tutela dell’articolo 21 della Costituzione e nel rispetto delle leggi vigenti”.