Televisione

08 ottobre 2009 | 17:52

BERLUSCONI: SU CURRENT, DUE DOCUMENTARI INEDITI SU PREMIER

BERLUSCONI: SU CURRENT, DUE DOCUMENTARI INEDITI SU PREMIER
DOMANI DOCU BBC SU STORIA TYCOON, DA ARTE DOCU SU LODO MONDADORI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 8 OTT – I riflettori della stampa estera puntati sull’Italia documentano il caso dell’immunità  del premier italiano e le accuse a Berlusconi di corruzione nel Lodo Mondadori. In anteprima assoluta per l’Italia, Current, sul canale 130 di Sky, propone due documentari stranieri mai andati in onda nel nostro Paese: domani alle ore 21 sul canale 130 è la volta di ‘Berlusconi e la sua storia’ (titolo originale The italian Tycoon) prodotto, diretto e girato per la Bbc nel 2003 da Bruno Sorrentino, tra l’altro direttore della fotografia di ‘Citizen Berlusconi’ prodotto nello stesso anno. Intanto Current annuncia di aver appena acquistato i diritti del documentario ‘Berlusconi: l’Affaire Mondadorì di Mosco Boucault e Gianni Barbacetto (realizzato per il canale tv franco-tedesco ARTE – 2006), anche questo mai trasmesso in Italia e a breve in onda sul canale 130 Sky. Quello di domani sera, ‘Berlusconi e la sua storia’ è dunque il primo documentario proposto da Current all’indomani della bocciatura della Consulta al Lodo Alfano. Un film che parte da questo assunto: “Alcuni italiani credono che il successo commerciale di Berlusconi sia la prova della sua capacità  a governare il Paese. Molti però non sono d’accordo e il loro numero è in crescita (…). E sebbene la popolarità  del Presidente del Consiglio rimane alta, emerge un dato: i due terzi del suo elettorato non sono d’accordo con la legge sull’immunità ” (BBC). Nel documentario della BBC si alternano voci a pro e contro Berlusconi: Fedele Confalonieri (“Berlusconi è un genio che comprende cosa vuole la gente comune”), Giuliano Ferrara(“Lui si comporta come un re non come un primo ministro”), Ezio Mauro (“Lui ha avuto un grande successo. E’ un fenomeno che verrà  studiato negli anni”), Antonio Di Pietro (“Durante il suo primo governo chiese a me di diventare il suo ministro dell’interno e sa perché? Fino al maggio ’94 i processi hanno riguardato altri dopo hanno riguardato lui, la sua famiglia e i suoi amici”). E poi ancora Saverio Borrelli, Emilio Fede, Antonio Martino, Ferruccio De Bortoli e altri personaggi illustri per spiegare a un pubblico straniero le dinamiche politiche dell’Italia e le anomalie del sistema Giustizia.