TLC

09 ottobre 2009 | 18:29

Tlc/ Bassanini:Per nuova rete società  con Regioni operatori e Cdp

Apc-Tlc/ Bassanini:Per nuova rete società  con Regioni operatori e Cdp
Seguiamo indicazioni del Governo ma pronti a nostra parte

Capri, 9 ott. (Apcom) – Per la rete di nuova generazione il presidente di Cassa depositi e prestiti, Franco Bassanini, pensa ad una società  che potrebbe essere formata insieme da enti locali, come le Regioni, operatori e Cdp con partecipazioni commisurate al valore dei loro conferimenti. Questa l’ipotesi lanciata dall’ex ministro a margine di un convegno a Capri dedicato al tema della banda larga. Secondo Bassanini nello sviluppo della nuova rete le Regioni potrebbero svolgere un ruolo attivo e dare un contributo sia per la parte che riguarda le opere redigendo un catasto di quelle già  esistenti sia anche per la parte che riguarda il servizio universale.

Bassanini ha ricordato che “noi facciamo quello che il Governo ci dirà  di fare essendo il nostro azionista e tenendo presente che la Cassa non è un ente di beneficenza. Se il Governo lo riterrà  opportuno metterà  risorse per gli investimenti strategici per il Paese in cui sia assicurata una adeguata remunerazione sia pure in tempi medio-lunghi che è poi il ruolo di un soggetto come la Cdp che ha consistenti risorse finanziarie ed è al servizio del Paese”.

“Non c’è dubbio – ha aggiunto – che l’ammodernamento della rete è una grande sfida”, ha continuato Bassanini m,a “se c’è un piano finanziario e industriale credibile, se la redditività  è garantita e gli operatori sono d’accordo, allora non ci tiriamo indietro”.