Editoria

10 ottobre 2009 | 12:56

EDITORIA: LIBANO, OLTRE 150 LICENZIAMENTI IN GIORNALI E TV

EST:EDITORIA
2009-10-10 11:46
EDITORIA: LIBANO, OLTRE 150 LICENZIAMENTI IN GIORNALI E TV
BEIRUT
(ANSA) – BEIRUT, 10 OTT – La crisi finanziaria globale non risparmia l’editoria libanese e dopo 55 licenziamenti che hanno colpito il principale quotidiano an Nahar, altri due media locali, Lbc e Mtv, annunciano una pesante riduzione dell’organico. Secondo il quotidiano Daily Star, la tv Lbc ha licenziato oltre 60 tra giornalisti, tecnici e addetti alla sicurezza. Le ragioni dei licenziamenti potrebbero essere non squisitamente economiche ma anche legate a una decisione politica dei vertici dell’emittente. Agli inizi di ottobre anche il canale locale Mtv, che aveva riaperto da soli sette mesi, ha mandato a casa 50 dipendenti. Il suo direttore Ghayas Yazbeck sostiene però che i tagli riguardano soltanto otto persone. Gli esuberi, che rischiano di aumentare nei prossimi mesi, non risparmiano neanche noti editorialisti e reporter con oltre 15 anni di carriera. Il centro per la libertà  culturale e di stampa “gli occhi di Samir Kassir”(Skeyes), intitolato al giornalista libanese assassinato nel 2005, ha ieri lanciato un appello firmato da oltre 72 intellettuali, giornalisti, scrittori di fama internazionale. (ANSA).
I05-Z10/ S0B ST1 S91 QBXB