Orascom Telecom: nessuna offerta per licenza in Francia

12 Oct 2009 16:38 CEDT Orascom Telecom: nessuna offerta per licenza in Francia

R|R/ML|R/WEU

MILANO (MF-DJ)–Orascom Telecom Holding non lancera’ un’offerta per la licenza sulla telefonia mobile francese di terza, quarta generazione, le cui frequenze sono attualmente all’asta, riferisce un porta voce della societa’.

“E’ stato annunciato oggi a Parigi che Orascom Telecom non ha intenzione di lanciare un’offerta per la licenza francese”, scrive in una e-mail un portavoce della societa’ di telecomunicazioni egiziana.

Il presidente di Orsacom Telecom, Naguib Sawiris, aveva annunciato a luglio che avrebbe preso in considerazione di accordarsi con un partner per la licenza di 3G. Secondo quanto riportato dalla stampa, la compagnia privata Numericable sarebbe potuta essere un possibile partner.

Il governo francese ha lanciato la gara per la licenza sulle frequenze francesi quest’estate e i candidati hanno tempo fino al 29 ottobre per prendere parte alla gara.

Fino ad oggi, l’unico candidato confermato e’ il provider internet francese Iliad Sa.

Virgin Mobile France aveva in precedenza reso noto che stava prendendo in considerazione di lanciare un’offerta per la licenza ed ora e’ in trattative con Numericable per valutare la possibilita’ di lanciare un’offerta congiunta.

Numericable e’ di proprieta’ dei fondi di private-equity Carlyle Group Lp e Cinven Group Ltd. come del veicolo d’ investimento Altice.

I tre operatori di telefonia mobile stabiliti in Francia sono il brand Orange di France Telecom Sa, Vivendi Sa Sfr e Bouygues Telecom di Bouyges Sa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci