Televisione

14 ottobre 2009 | 18:46

MEDIASET: CONFALONIERI, IN SPAGNA SU TV PRISA VEDREMO

MEDIASET: CONFALONIERI, IN SPAGNA SU TV PRISA VEDREMO /ANSA
LODO MONDADORI NON INDIFFERENTE, POSSIBILE BOND
MILANO
(ANSA) – MILANO, 14 OTT – Mediaset pensa di andare sul mercato obbligazionario. “E’ un’ipotesi sul tavolo del nostro direttore finanziario”, ha chiarito il presidente Fedele Confalonieri aprendo poi a un interesse per le tivù del gruppo spagnolo Prisa, l’editore di El Pais: “Vediamo. Si parla con tutti”, ha detto circa il possibile acquisto di Digital Plus o di Cuatro. Confalonieri è poi intervenuto sul Lodo Mondadori, per la prima volta dal maxi risarcimento per 750 milioni di euro imposto alla Fininvest dalla sentenza civile di primo grado del Tribunale di Milano a favore della Cir di Carlo De Benedetti. Proprio oggi, tra l’altro, la holding della famiglia Berlusconi ha formalizzato di aver deliberato in Cda di presentare ricorso in appello, con istanza di sospensione dell’esecutività  della sentenza. “Non ci condiziona, ma non è una cosa indifferente”, ha detto Confalonieri del Lodo. La pronuncia della magistratura “non ha effetti sul nostro bilancio e sulle acquisizioni non ci condiziona. Ma se il tuo azionista di riferimento ha una spada di Damocle di questo tipo, se volesse fare un aumento di capitale ci pensa due volte”. Quanto a un’ipotesi di un aumento dei dividendi Mediaset a favore degli azionisti, “in teoria ci si può pensare – ha detto -. Ma ricordatevi che siamo una stessa diocesi, ma due parrocchie diverse”. L’idea di un’emissione obbligazionaria da parte di Mediaset era stata ipotizzata nei giorni scorsi da indiscrezioni di stampa, a testimonianza di una vera e propria corsa in atto verso i corporate bond. Il gruppo del Biscione, secondo tale scenario, sarebbe stato contattato dalle banche al pari di altri grandi gruppi italiani, con la proposta di procedere ad operazioni nell’ordine dei 300-400 milioni di euro. Nulla sarebbe però già  stato deciso e si tratterebbe, come appare anche dalle parole di Confalonieri, solo di ipotesi. Più complesso lo scenario relativo alle tivù spagnole del gruppo Prisa. L’editore di El Pais e Cinco Dias punta infatti a cedere la tivù commerciale Cuatro e la pay-tv Digital Plus. I candidati naturali, come emerso anche nelle scorse settimane dalle indiscrezioni sulla stampa spagnola, sembrerebbero essere la Sky di Rupert Murdoch, e Mediaset, già  presente in Spagna con la tivù commerciale Telecinco. Le ipotesi circolate nelle scorse settimane hanno sempre tirato in ballo come partner potenziale del gruppo di Cologno Monzese Telefonica, in un intreccio di relazioni che necessariamente chiama in causa anche il ruolo in Italia del gruppo delle tlc spagnolo, con una quota importante in Telecom, tramite Telco. Non manca poi un lato politico della partita, visto che in questa vicenda un editore di sinistra (Prisa), che tramite El Pais ha criticato il conflitto di interessi e lo stile di vita di Berlusconi, sembra trattare più volentieri con Mediaset, piuttosto che con un soggetto della forza di Murdoch. Altra variabile in grado di sparigliare, infine, sarebbe una cordata guidata da Entracanales, famiglia spagnola divenuta tra l’altro importante investitore nella Cir di De Benedetti.