Manager

19 ottobre 2009 | 12:43

Michele Laghezza, direttore marketing di Miele Italia

Michele Laghezza dal 1° settembre 2009 guida il marketing e la comunicazione di Miele Italia, la filiale dell’azienda tedesca di elettrodomestici (lavabiancheria, lavastoviglie, frigoriferi, congelatori, piani cottura, forni, eccetera): 16mila addetti (150 in Italia), filiali in più di 40 Paesi con un fatturato di 2,77 miliardi di euro (vicino ai 100 milioni in Italia).
Prima era il lavoro del padre, ufficiale dell’esercito, a portarlo da Taranto, la sua città  natale, in giro per l’Italia (Roma, Udine) e all’estero (Cambridge). Adesso è il suo che l’ha condotto nelle vicinanze di Bolzano, per la precisione ad Appiano.
“La sfida dei prossimi anni”, precisa il manager, “è raggiungere in modo efficace ed efficiente il cliente. In termini di comunicazione significa capire a chi ci si vuole rivolgere e quali siano i mezzi giusti da scegliere. In pratica si tratta di adottare una comunicazione one to one tramite Internet: da quella pubblicitaria ai blog. Oggi, infatti, il cliente vuole dire la sua. Il nostro obiettivo è naturalmente allargare il bacino della clientela. Clienti disposti a spendere qualcosa in più pur di avere un elettrodomestico di qualità ”.
Nato 39 anni fa, Laghezza si trasferisce dopo il liceo a Torino dove si laurea nel 1994 in ingegneria aeronautica. Per un paio di anni resta all’interno del Politecnico come ricercatore, poi lavora per Eni, quindi nel 1997 entra in Fiat, l’azienda che segnerà  il suo futuro professionale. Inizia con la produzione a Mirafiori, continua con gli acquisti, il commerciale fino al marketing: conclude la sua esperienza nell’azienda di auto tra il 2006 e il 2008 come senior product marketing manager per Grande Punto, Punto e Idea con l’obiettivo di aumentarne la quota di mercato nel mondo.
Nel dicembre 2008 approda in Honda Automobili Italia come marketing & communication director, lavorando al piano di lancio nel nostro Paese della vettura ibrida Honda Insight. Vi resta solo sette mesi e poi accetta l’incarico in Miele. “Nonostante la sfida di Honda Insight sia stata vinta (l’Italia è il secondo mercato dopo il Giappone)”, dice il manager, “mi si è presentata l’opportunità  di cambiare settore e l’ho colta al volo: non è infatti facile uscire dall’automotive”.
Master in marketing management all’università  degli Studi di Torino, Laghezza ama i viaggi fai da te (“Con la mia compagna organizziamo tutto tramite Internet e andiamo in giro per il mondo”), pratica lo sci e il nuoto. Per informarsi utilizza poco la carta stampata, ma ‘riceve’ sul suo iPhone quotidiani italiani e stranieri (Financial Times, Time, Figaro e altri). Assiduo lettore di Monocle, non rinuncia a Vanity Fair e a Wired. (E. P.)