Scelte del mese

20 ottobre 2009 | 16:59

Condé Nast – Programmi ambiziosi per il web

“Per il web abbiamo programmi ambiziosissimi, anche se il quadro generale è di prudenza per quanto riguarda gli investimenti e l’aumento dei costi fissi”, annuncia Giampaolo Grandi, presidente e amministratore delegato di Condé Nast Italia. Nel corso di quest’anno la spinta della casa editrice verso il digitale era stata un po’ affievolita da una revisione globale delle strategie del gruppo in questo settore, cominciata negli Stati Uniti e proseguita all’interno di Condé Nast International, la divisione a cui fa capo il resto del mondo guidata da Jonathan Newhouse. Il quale ha deciso di non centralizzare più le attività  sul web nella sede londinese di CondéNet International, ora ribattezzata Condé Nast Digital, e di dare maggiore autonomia creativa e di business ai singoli Paesi.
Grandi, da anni convinto che “oggi non ci siano altre grandi scommesse per gli editori se non quella dello sviluppo digitale”, ha dunque ingranato la marcia dedicandosi quasi a tempo pieno alla questione, cominciando col mettere in piedi una squadra all’altezza dell’obiettivo: prendere una decina di mesi di vantaggio sui concorrenti e diventare leader nel settore editoriale facendo quel salto di qualità  – che prima di tutto è un salto concettuale – che consiste nel mettere sul mercato dei prodotti on line che con le testate di carta stampata non condividano solo il brand, ma abbiano una loro identità  e forza.

La versione integrale dell’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 399 – ottobre 2009