CINEMA: TOTTI (COLORADO FILM) “NESSUNA ATTENZIONE AL NOSTRO LAVORO”

CINEMA: TOTTI (COLORADO FILM) “NESSUNA ATTENZIONE AL NOSTRO LAVORO”

MILANO (ITALPRESS) (ITALPRESS) – Il produttore cinematografico Maurizio Totti (Colorado Film), spara a zero contro il ministro dell’Innovazione Renato Brunetta e le sue recenti dichiarazioni contro il cinema italiano “parassitario e sprecone”. “L’intervento del ministro e’ stato offensivo e irritante”, afferma Totti in un’intervista pubblicata sul numero di ottobre del mensile ‘Prima Comunicazione’, in edicola da domani. “Non c’e’ attenzione al nostro lavoro – prosegue – I giornali corrono dietro alla televisione, i politici di destra e di sinistra non si occupano del nostro settore perche’ il cinema non crea consenso e non porta voti. Il cinema fa cultura, stimola il pensiero, impone modelli di comportamento, crea turismo e da’ lavoro a un sacco di gente. Siamo gente che fa un mestiere vitale per il Paese e di cui vado orgoglioso. Lamento semmai la nostra incapacita’ di comunicare la dignita’ di quello che facciamo”.
Totti prende posizione anche sul Fus, il discusso fondo per lo spettacolo: “Sicuramente ci sono stati sperperi e il cinema stesso dovra’ mettere ordine. I finanziamenti a pioggia che raccoglie chi ha l’ombrello piu’ largo non piacciono neppure a noi. L’Anica, a cui sono associato, sta lavorando per sostituire il Fus – che prevede investimenti pari a quello del minuscolo Portogallo – con meccanismi di detassazione e di incentivi fiscali. Io non ho mai usato i soldi pubblici per fare i miei film, ma i tagli del Fus sono un fatto drammatico per il settore in questa fase in cui le televisioni riducono i budget, Sky non rinnova il contratto col cinema, i dvd non si vendono e le sale stanno contraendo gli incassi. Senza retorica, qui si rischia di far morire il cinema italiano. Io non ci sto”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo