CINEMA: SCHERMI DIGITALI, +129% IN ITALIA NEI PRIMI 6 MESI 2009

CINEMA: SCHERMI DIGITALI, +129% IN ITALIA NEI PRIMI 6 MESI 2009

ROMA (ITALPRESS) – Continuano ad aumentare, anzi accelerano, gli schermi digitali in Europa: la rilevazione condotta semestralmente da MEDIA Salles mostra che al 30 giugno 2009 i proiettori dotati di tecnologia DLP Cinema o 4K sono diventati 2.583, con un tasso di crescita del 68% rispetto al 1° gennaio dello stesso anno. Un incremento decisamente significativo se si considera che nel solo primo semestre del 2009 e’ stato quasi uguagliato il tasso di crescita dell’intero 2008 (+71%). In termini assoluti quest’anno sono stati installati sistemi digitali al ritmo di oltre 170 al mese. Sono dunque saliti a circa il 7% del totale gli schermi europei – Russia inclusa – dotati di tecnologia di proiezione digitale. I dati sono stati illustrati oggi a Roma agli Stati Generali del Cinema da Elisabetta Brunella, segretario generale di MEDIA Salles.
Tra i paesi che registrano il piu’ alto tasso di crescita vi sono tre dei piu’ grandi mercati europei in termini di spettatori come l’Italia (+129%), la Francia (+136%), la Spagna (+210%) e territori di dimensioni minori quali la Svezia (+150%), l’Ungheria (+186%) e la sorprendente Repubblica Ceca (+1.150%) che in sei mesi passa da 2 a 25 schermi digitali.
Poco sotto o poco sopra la media si collocano i Paesi Bassi (+43%), un altro dei principali mercati europei come il Regno Unito (+43%), la Svizzera (+46%), la Danimarca (+50%), l’Austria (+52%), la Polonia (+55%), la Turchia (+65%), la Romania (+71%), la Russia (+ 79%) e la Grecia (+88%). Restano immobili la Croazia, l’Estonia, la Slovenia, Malta e l’Islanda, mentre si fermano ben al di sotto della media il Lussemburgo (+5%), la Bulgaria (+12%), il Belgio (+16%), il Portogallo (+16%), la Norvegia (+21%) e l’Irlanda (+24%) cosi’ come uno dei maggiori mercati del continente in termini di presenze, cioe’ la Germania, che vede crescere la sua dotazione digitale del 19%.

CINEMA: SCHERMI DIGITALI, +129% IN ITALIA NEI PRIMI 6 MESI 2009-2-

Differenze assai pronunciate riguardano anche il grado di penetrazione della tecnologia digitale sul parco sale complessivo dei vari paesi. In testa alla classifica si colloca il Lussemburgo dove ben l’85% delle sale ha adottato la nuova tecnologia.
Rispetto alla media europea del 7%, scostamenti elevati si verificano in Austria, Belgio, Bulgaria e Romania, paesi che registrano un’incidenza del digitale poco sopra o poco sotto al 20%. Motore dell’accelerazione avvenuta nel primo semestre del 2009 e’ sicuramente il cinema 3D: l’incidenza degli schermi dotati di un sistema 3D rispetto al totale degli schermi digitali e’ aumentata praticamente ovunque fino a raggiungere, sull’insieme dell’Europa, il 54%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo