New media

22 ottobre 2009 | 16:43

INTERNET: TRA MICROSOFT E GOOGLE E’ DUELLO GLOBALE

INTERNET: TRA MICROSOFT E GOOGLE E’ DUELLO GLOBALE/ANSA
PER ENTRAMBI ACCORDO CON TWITTER E SPUNTANO NOVITA’ SU MUSICA
ROMA
(di Titti Santamato) (ANSA) – ROMA, 22 OTT – Si combatte anche a colpi di ‘tweet’ il duello tra Microsoft e Google, intenti a mettere a punto il motore di ricerca perfetto. A distanza di poche ore l’uno dall’altro i due colossi del web hanno stretto un analogo accordo con Twitter per inserire, nelle rispettive funzioni di ricerca, gli aggiornamenti che appaiono sul popolare microblogging. E molte altre sono le sorprese e le innovazioni che i due rivali si riservano, non ultime quelle sulla musica. La scelta di Microsoft per l’integrazione Bing-Twitter arriva alla vigilia del lancio di Windows 7, il nuovo sistema operativo con cui l’azienda cerca di ‘svecchiare’ la sua immagine dopo il flop di Vista (e l’addio di Bill Gates), ma anche a poche ore da un’altro annuncio del colosso di Redmond: quello di un accordo pure con Facebook, per l’inclusione degli aggiornamenti in Bing. Ancora non ci sono dettagli sul servizio ma, come riporta il New York Times, Sheryl Sandberg, chief operating officer del social network, ha spiegato che “saranno condivisi solo gli aggiornamenti pubblici”. “Stiamo cercando di portarvi il meglio del ‘real time web’ nelle ricerche”, ha sottolineato in una conferenza online Yusuf Mehdi, senior vice president di Microsoft. E Google non sta a guardare e rilancia, anzi raddoppia. Il gigante di Mountain View poche ore dopo Microsoft ha raggiunto un analogo accordo con Twitter e, come si apprende da indiscrezioni messe in Rete sia dal Wall Street Journal che da blog Techcrunch, da fine ottobre su Google potremo anche ascoltare musica gratis e comprare una canzone. Insomma, Google, che inizialmente forte della sua popolarità  aveva preso un po’ sotto gamba Bing, affila le armi. “Siamo sicuri che sia i risultati di ricerca, sia l’esperienza utente possano trarre un notevole vantaggio dall’aggiunta di questi aggiornamenti in tempo reale”: così il motore di ricerca ha spiegato l’accordo con Twitter, mettendo l’accento, esattamente come Microsoft, sull’importanza dell’informazione ‘real time’, a cui tutta la sfera Internet, editoria compresa, guarda con interesse. In questa sfida tra Microsoft e Google, il terzo gode, ovvero Twitter. Il microblogging, 50 milioni di visitatori mensili e fino ad ora, al di là  della popolarità  planetaria, nessun guadagno, con questi nuovi accordi guarda a potenziali incassi anche se al momento non ci sono dettagli (sembra che Microsoft non abbia pianificato di inserirvi annunci nella ricerca, quelli di Google potrebbero apparire in seguito). Evan Williams, capo esecutivo di Twitter ha detto “che i guadagni non sono il focus degli accordi”. Gli utenti fingano di crederci e, nel frattempo, si godano questi ampi orizzonti di scelta che si sono aperti in questa lunga competizione.