TLC

22 ottobre 2009 | 17:55

TLC: TRIESTINA ITAL TBS ACQUISTA INSIEL MERCATO

TLC: TRIESTINA ITAL TBS ACQUISTA INSIEL MERCATO
(AGI) -Trieste, 22 ott. – La ‘newco’ triestina Tbs Gb Telematic e Biomedical service Ltd e Tbs Fr e Telematic&Biomedical Services Sarl si e’ classificata prima nella graduatoria per l’acquisto di Insiel Mercato. Lo ha deciso oggi, a Trieste, la commissione esaminatrice designata dalla Regione Friuli Venezia Giulia, che aveva deciso la vendita della societa’ informatica. Il prezzo minimo fissato dalla regione per la vendita era di 6,9 milioni di euro. La graduatoria e’ stata compilata sulla base del Piano industriale presentato e dell’offerta economica. La seduta pubblica si e’ tenuta in mattinata presso la sede della direzione Patrimonio, a Trieste, ed ha concluso la procedura di vendita avviata lo scorso febbraio, rispettando le finalita’ e le tempistiche previste dal piano industriale. A fronte del prezzo a base d’asta di 6 milioni e 895 mila euro, la Regione introitera’ dall’operazione 13 milioni e 300 mila euro proposti dalla ‘Tbs Telematic e biomedical service Gb e Tbs Fr’. L’assessore Sandra Savino ha espresso il proprio apprezzamento per il risultato che ‘mantiene in Regione le capacita’ economiche e la forza lavoro e contestualmente segna il raggiungimento di un obiettivo che il presidente Tondo sin dal suo insediamento si era prefissato, a tutela dei lavoratori di Insiel’. La procedura di gara, avviata lo scorso febbraio, dopo che Insiel si era gia’ scissa in ‘Insiel Mercato’ e ‘Insiel Fvg’, aveva fissato alcuni vincoli cautelativi a tutela dei dipendenti. L’aggiudicataria dovra’ garantire che per i tre anni successivi al trasferimento non ridurra’ il personale, manterra’ la sede legale e le altre sedi produttive della Societa’ attualmente presenti all’interno del territorio regionale, proseguira’ nel raggiungimento dei risultati economici, finanziari ed industriali contenuti nel business plan e manterra’ per i dipendenti il contratto collettivo di lavoro e gli accordi aziendali attualmente in essere. Al primo luglio, termine della scadenza delle offerte erano state presentate 9 proposte: Expriva spa di Molfetta (Bari), Reply spa di Torino, Maggioli tributi spa di Sant’arcangelo di Romagna, Engineering spa di Roma, Progetto 09 srl e Dynamic srl di Venezia, TSF Telesistemi ferroviari spa di Roma; NoemaLife spa di Bologna; Infocent spa di Roma e appunto Ital Tbs.