Comunicazione

23 ottobre 2009 | 11:33

Apc-*Rai/ Vespa: Giusto approfondimento su contratti, non solo su mio

Apc-*Rai/ Vespa: Giusto approfondimento su contratti, non solo su mio

Ma mi dispiace non si pubblichino quelli di Biagi, Fazio,Bignardi

Roma, 22 ott. (Apcom) – Bruno Vespa considera “giusto” che il cda della Rai abbia deciso di approfondire il capitolo dei contratti da rinnovare. Verifica che però non riguarda solo il suo, precisa.

“Mi pare giusto – afferma in una nota Vespa – che il Consiglio d`amministrazione della Rai abbia chiesto un approfondimento su tutti i contratti da rinnovare (e non soltanto sul mio). Si potrà  così constatare che alcuni elementi del mio contratto risalgono al 2001 (non a caso sono pagato con l`equivalente in lire) e altri al 2004. Se si pensa che quando entrerà  il vigore il prossimo contratto l`inflazione del decennio sarà  intorno al 22 per cento è più facile ragionare. Anche tenendo conto che dovrò liquidare alla Rai una quota di molte mie prestazioni professionali esterne e che il nuovo garantito coprirà  26 trasmissioni in più del precedente”.

“Mi dispiace tuttavia – aggiunge il conduttore di ‘Porta a porta’ – che le fughe di notizie riguardino sempre e solo il mio contratto. Mi dispiace che si dimentichi che nel 2001 il direttore generale Cappon stabilì lui la cifra calcolando il quindici per cento in meno di quanto offerto a Gad Lerner e Fabio Fazio per due trasmissioni meno importanti di `Porta a porta` (una terza serata religiosa del sabato su Raiuno e una seconda serata su Raidue) che mai si fecero. Mi dispiace – insiste Vespa – che non si pubblichino i contratti del compianto Enzo Biagi, il contratto precedente e quello attuale di Fabio Fazio, quello di Daria Bignardi e altri ancora. Io sono pronto a confrontarmi pubblicamente con tutti. Peccato che mi manchino gli interlocutori”.

Red/Pol