New media

30 ottobre 2009 | 17:28

INTERNET: NUOVA RIVOLUZIONE, INDIRIZZI CON CARATTERI NON LATINI

INTERNET: NUOVA RIVOLUZIONE, INDIRIZZI CON CARATTERI NON LATINI
(AGI/AFP/REUTERS) – Seul, 30 ott. – Svolta epocale in Internet: dalla meta’ del 2010 gli indirizzi e i domini potranno essere scritti con caratteri diversi da quelli latini. L’Icann, l’ente che governa l’assegnazione dei domini e degli indirizzi di rete, nel corso di un summit a Seul, ha dato il via libera al progetto che prevede la traduzione degli indirizzi in alfabeto arabo, cirillico, cinese, greco o indi. Ma questa apertura al multiculturalismo della rete rischia di produrre una Babele che potrebbe precludere ai navigatori occidentali l’accesso a una grande quantita’ di siti. I domini sono i suffissi applicati a tutti gli indirizzi Internet, come .com., .gov, .org o .it. Il presidente dell’Icann, Rod Beckstrom, ha spiegato che si trattera’ di “uno storico passo passo avanti verso l’interazionalizzazione di Internet”. Dal punto di vista tecnico, il cambiamento puo’ avvenire grazie a un sistema di traduzione che consente a differenti alfabeti di essere convertiti nel giusto indirizzo, che peraltro di fatto tutti i computer mutano, senza che noi ce ne rendiamo conto, in una sequenza numerica: quest’ultima in universali numeri arabi. L’Icann stima che circa la meta’ degli 1,6 miliardi di utenti di Internet nel mondo utilizzi una lingua scritta in un alfabeto diverso da quello latino.