New media

04 novembre 2009 | 16:48

NTERNET: NGI, 11% POPOLAZIONE ITALIA NON HA ACCESSO A ADSL

NTERNET: NGI, 11% POPOLAZIONE ITALIA NON HA ACCESSO A ADSL
RHO
(ANSA) – RHO-PERO (MILANO), 4 NOV – In Italia un terzo delle aziende, il 10% dei Comuni (3.231) e l’11% della popolazione (6,5 milioni di persone) non hanno la possibilità  di accedere a connessioni internet Adsl e sono di fatto tagliati fuori dal poter navigare in internet in maniera completa, fruendo delle funzionalità  più avanzate sviluppate per i siti. E’ lo scenario presentato durante un incontro al salone della comunicazione Compa, in corso a Fieramilano, dall’internet provider Ngi spa, che da due anni offre con la rete Eolo un servizio di banda larga wireless, mirato soprattutto a fornire le aree scoperte, soprattutto aree montane ma non solo. “Come emerge dai dati in nostro possesso – spiega Luca Spada, ad di Ngi – il digital divide in Italia è ancora molto forte e ha gravi ripercussioni economiche, sociali e culturali. Il fenomeno può essere contrastato solo colmando il gap infrastrutturale: esistono ancora troppe zone in cui la banda larga non è accessibile”. Per contribure alla soluzione del problema, afferma Spada, “rinnoviamo la nostra disponibilità  a collaborare con le istituzioni per ampliare la rete Eolo”. Al momento sono oltre 35 mila i clienti raggiunti dall’internet provider, per un totale di 3.000 Comuni in 26 province di 5 Regioni del Nord Italia. Nel 2009, sostiene Spada, l’azienda prevede un fatturato di 20 milioni di euro.